L’incollaggio di elementi in polipropilene (PP) è sempre stato difficile. Per ottenere un legame in PP veramente solido che resista temperature sia alte che basse, la saldatura è probabilmente ancora l’opzione migliore.

Tuttavia, negli ultimi anni sono stati sviluppati adesivi a base di polipropilene che vengono utilizzati sempre più regolarmente per legare elementi di polipropilene.

In molte applicazioni che vanno dall’industria automobilistica al confezionamento, è ora possibile ottenere un legame sufficientemente duraturo usando questi specifici adesivi a caldo.

Molta cura dev’essere presa quando si incolla PP: l’adesivo deve essere applicato alla massima temperatura possibile e l’adesione deve essere presa prima che il calore si sia dissipato.

Gli adesivi Tecbond sono stati ottimizzati per ogni particolare applicazione. Ad esempio, Tecbond 263 applicato a 200 ° C legherà PP a PP, ma non aderirà ad altri materiali plastici. D’altra parte, prodotti come Tecbond 267 e 261 consentono di incollare PP ad altri materiali. L’adesivo tecbond 267 è ampiamente utilizzato nel mercato dei rivestimenti per autoveicoli per la sua combinazione unica di adesione e resistenza termica.

Le formulazioni tecbond 261 e 420 sono utilizzate per assemblare pannelli Correx PP, che sono utilizzati in molte applicazioni semi-permanenti come scatole di imballaggio e insegne di agenzie immobiliari.

Per l’incollaggio di polipropilene, consigliamo di utilizzare pistole industriali tec che possono essere impostate il più vicino possibile a 200 ° C e che possono mantenere questa temperatura non appena l’adesivo viene erogato, poiché ciò migliora significativamente la forza di adesione.

È anche importante che la quantità di adesivo e il tempo richiesto per l’incollaggio siano ben controllati per garantire un risultato coerente. Ma seguendo queste regole di base, è ora possibile incollare efficacemente il polipropilene.